Home Page
Pino Maggiore è nato il 29.4.1959 a Trapani, dove vive e lavora.
Ha partecipato al corso di qualificazione professionale per Sommeliers di 1° livello organizzato a Trapani dall’Associazione italiana Sommeliers. Ha perfezionato in seguito le sue capacità professionali nel marzo 2000 con la frequenza dello stage “Degustare: con Luca Maroni” (2°Convegno internazionale Trapani Provincia Naturale del vino”), nel giugno 2001 con il corso di qualificazione professionale di 2° livello in “Tecnica della degustazione ed enografia”, promosso dall’Associazione Italiana Sommeliers, tenutosi a Trapani e nel 2002 ha concluso il ciclo con il 3° livello in “Tecnica dell’abbinamento cibo-vino”. Nel 2002 ha frequentato il corso di degustazione sui vini organizzato da Slow Food e Arcigola.
Pino Maggiore
Ha svolto attività di docenza presso l’Istituto professionale di Stato per i servizi commerciali, turistici e sociali “Gesualdo Bufalino” di Trapani, presso l’I.P.S.A.R. “I. e V. Florio” di Erice Casa Santa, e presso la Scuola “Congusto-scuola di cucina e fisiologia del gusto” di Milano, dove ha tenuto lezioni sul tema “Il cous cous e i sapori di Sicilia”.

Dal 1980 è proprietario della Trattoria “Cantina siciliana” di Trapani. La sua cucina tipica trapanese è stata protagonista di eventi quali: “Primo meeting gastronomico del cuoco trapanese”, organizzato dalla F.I.C. di Trapani ( 29 aprile 1980); “Incontri gastronomici” a Boario Terme (anni ’90); il “Salone del Gusto” di Torino (2000), in occasione del quale si è cimentato nella preparazione del “Cuscus” di pesce per duemila persone, utilizzando 120 Kg di semola e delle “Frascatole” per settecento persone; “A cena con il circolo del Tennis di Palermo”(11 giugno 2001); il “Salone del Gusto” tenutosi anch’esso presso il Lingotto di Torino nel 2002 (questa volta in qualità di Responsabile del ristorante operante all’interno dello stand della Regione Sicilia);
Pino Maggiore
“Incontri gastronomici” del Piemonte tra le condotte enogastronomiche di Alba, Mondovì, Cuneo e quella “Drepanum Valle del Belice” e “Incontri di Cultura: Oriente/Occidente” a Rovereto (Trento) svoltisi entrambi nel 2002; “Pordenone legge- A cena con l’autore - Andrea Camilleri- La paura di Montalbano”(settembre 2002); in collaborazione con la F.A.I. (Fondo per l’Ambiente Italiano) ha eseguito e reinterpretato le ricette ”Carpaccio e spiedini di pesce secondo l’uso egizio” (Erice, dicembre 2002); ”A cena con il circolo Telimar” di Mondello (Palermo), con cucina tipica trapanese (2003); presentazione del “Salone del Pesce” tenutosi a Genova dal 7/10/all’11/10/2003 e partecipazione alle successive edizioni del 2005 e 2007; “Cena degli Auguri 2003 con i Sapori di Sicilia”, organizzata dalla condotta di Vigevano e Lomellina.

La serata di degustazione e di promozione di prodotti tipici ha avuto luogo con le stesse modalità, a La Spezia, nel luglio 2004 in occasione della manifestazione “La cucina in piazza-Erba persega e timoeo- Profumi di altre cucine”, organizzato da Slow Food delle Cinque Terre, e a Bordighera e a Finale Ligure del dicembre 2003. Nello stesso anno, il 31 gennaio 2003, si è avuta la sua partecipazione a San Bartolomeo al Mare ad “Arti e sapori della Rovere- Sapori di Sicilia: il pesce siciliano, il cuscus alla trapanese, il trionfo dei dolci, vini azienda Firriato”; nel 2004 e 2005, in Giappone, a Tokyo,
ha organizzato le cene tenutesi presso la sede del Club della stampa estera (iniziativa dei Comuni di Marsala e Paceco in collaborazione con la Camera di Commercio di Trapani in occasione di “Foodex”); il 16 settembre 2005 “Cena sotto l’Etna” (organizzazione a cura di Slow Food -Condotta 42 catanese) presso l’agriturismo La Bisana di Castello d’Argile (Bo), nel dicembre 2005 “Incontriamo la Sicilia” (organizzazione a cura di Slow Food- Condotta Penisola Sorrentina 251), presso l’Hotel Villa Serena di Castellammare di Stabbia; ha curato l’incontro letterario “Momenti golosi – la pesca del tonno tra mito, leggenda e realtà”, in occasione del “Cous Cous Fest” tenutosi a San Vito Lo Capo nel settembre del 2006; nel novembre dello stesso anno ha avuto luogo la “Cena con Pino Maggiore” all’interno della manifestazione “Centosapori della nostra terra-3° edizione”; il 19 e 20 maggio 2007 al Parco Lame del Sesia Albano Vercellese, “Aqua days- Appuntamenti gastronomici e banchi d’assaggio delle grandi cucine dei territori d’acqua”; nel novembre del 2008 a St. Helena, Napa Valley, California, U.S.A., ha partecipato, insieme ai più celebri Chefs provenienti dall’area mediterranea, alla convention tenutasi presso il prestigioso “The culinary Institute of America” all’”Eleventh International conference & festival- A mediterranean Flavor Odyssey-Words of flavor”; nel maggio 2009, a Bologna, a
Pino Maggiore
“Cibo per strada-Festival Internazionale cinema e cibo”(Slow Food) e nello stesso anno a settembre, a Foligno, ai “Primi d’Italia- Laboratorio sul cuscus”, dove è stato protagonista di un servizio televisivo per la rubrica “Costume e Società” di Rai Due. E ancora una volta la cucina trapanese di Pino è stata la protagonista nel mese di marzo 2010 di due serate culinarie (a cura delle condotte Slow Food di Trapani, di Castelli di Iesi, di Matelica e di Fabriano) che si sono tenute presso l’Hotel Gentile di Fabriano dal tema “La storia e le tradizioni della cucina trapanese”. Una ghiotta performance culinario-musicale è stata al centro della serata di premiazione del Concorso letterario “Gaia mensa” presso Villa Petriolo a Cerreto Guidi (Fi) avvenuta il 1° luglio 2010 in occasione della quale Pino ha realizzato il piatto di pasta c’a muddhica in omaggio al vincitore del primo premio.
Collabora infatti da molti anni con “Slow Food” di Trapani e nazionale e ha curato l’aspetto culturale oltre che strettamente gastronomico del suo “catering” (perché mangiare è cultura) fin dai primi anni Ottanta (sul set cinematografico della “Piovra 1”, per la comunità recupero “Saman”, per cerimonie pubbliche e private: fiere come il “MIAF” di Trapani e la fiera gastronomica di S. Bartolomeo al Mare/Imperia, sagre del cuscus, del pesce azzurro, ecc…). Negli ultimi anni si è dedicato anche all’organizzazione di pranzi e cene su commissione di importanti personalità del panorama industriale e finanziario italiano.
Trattoria Cantina Siciliana"Cucina Tipica Siciliana" - Via Giudecca, 36 91100 - Trapani
Tel. +39 0923 28673 cantinasiciliana@libero.it
Powered by Ps Advert - Marketing & Comunicazione Trapani